READy

Abbreviazione: READy
Titolo: Network REgionAle per lo sviluppo di metodi Diagnostici in risposta rapida a epidemie emergenti e bioemergenze
Ambito geografico: Lombardia (Italy)
Durata: 30 months (21 agosto 2017- 20 febbraio 2020)
Ruolo: Partner 
Consorzio:  Primm S.r.l., HTA SRL, Università degli Studi Milano-Bicocca, Università degli Studi di Milano, Politecnico di Milano – POLIMI, Fondazione Istituto Nazionale di Genetica Molecolare (INGM) – Policlinico di Milano, Consiglio Nazionale delle Ricerche – Istituto di Chimica del Riconoscimento Molecolare, ASST Fatebenefratelli Sacco.
Autorità contraente: Regione Lombardia


OBIETTIVI

Il progetto READy ha come obiettivo lo sviluppo e la produzione di nuove soluzioni diagnostiche adattabili e modulari per patologie emergenti. Queste si possono manifestare come patologie virali e parassitarie a causa dell’aumento dei flussi migratori, della presenza di numerosi viaggiatori internazionali, a seguito dei cambiamenti climatici e alla predisposizione dei paesi mediterranei alla trasmissione autoctona di virus e parassiti non endemici.

READy integra la scoperta, la progettazione e la produzione di bioreagenti con kit e piattaforme analitiche, in modo da fornire un quadro della situazione epidemiologica per quanto riguarda la diffusione di infezione sostenute dai seguenti patogeni: Trypanosoma cruzi, Plasmodium spp, Schistosoma spp, Dengue virus, Chikungunya virus e Zika virus. L’obiettivo è ottenere una corretta e tempestiva diagnosi delle patologie tropicali, in modo da assicurare la migliore assistenza, limitare il diffondersi delle infezioni ed impedire che diventino endemiche.

Il progetto, oltre a fornire nuove opportunità diagnostiche per patologie emergenti, genera possibilità di prevenzione di patologie che, acute o croniche, sarebbero di significativo impatto economico-sanitario per la sostenibilità del nostro sistema sanitario. Per la valutazione di nuovi prototipi diagnosti prodotti dai componenti del network di progetto READy, verranno utilizzati campioni clinici provenienti da pazienti con sospetta e/o confermata diagnosi di infezione sostenuta dagli agenti eziologici oggetto di valutazione epidemiologica.

ATTIVITA’

I partner integreranno avanzati metodi biochimici per la progettazione e la produzione di nuove sonde molecolari con uno sviluppo ingegneristico avanzato di dispositivi analitici in formato microchip, con l’obiettivo di generare prodotti ad alto contenuto innovativo nel campo della diagnostica.

Le applicazioni “sul campo” spaziano dalla valutazione del viaggiatore di ritorno da zone tropicali al paziente migrante in emergenza, e ancora al controllo degli emoderivati, facilitando la definizione delle migliori terapie e limitando diffusione e impatto sociale delle patologie.

Il progetto READy inoltre offrirà ad aziende biotecnologiche lombarde solidi vantaggi competitivi nello scenario dei vasti mercati del Sud America e del Sud Est Asiatico, dove patologie come malaria, Zika e Dengue sono endemiche.

Per maggiori informazioni sul progetto clicca qui

 

UNIMI_BAN_blu3righe

Logo Sacco 2016